Cerca eventi

Eventi trovati: 31

Bolzano
DER KLEINE VAMPIR

Exklusiver Kinotag nur für „Dolomiten“-Abonnenten am Freitag, 27. Oktober 2017 um 16 Uhr für nur 1 Euro im Cineplexx Bozen. Pro 'Dolomiten-Vorteilskarte' können 4 Kino-Karten erworben werden – weitere Karten sind zum Normalpreis erhältlich.

Start Kartenvorverkauf am Dienstag, 10. Oktober 2017 ab 17 Uhr (Reservierung empfohlen). Die Karten werden nur nach Vorweis einer gültigen „Dolomiten“-Vorteilskarte ausgegeben und müssen bis spätestens 30 Minuten vor Filmstart abgeholt werden.

Kartenreservierung unter 0471/054550, www.cineplexx.bz.it
BolzanoSchlachthofstraße, 53/b, 39100 Bozen, ItalyITALIA
Bolzano
Tiziano Popoli, Emilio Galante e Flora Sarrubbo presentano il nuovo reading TALKING VOICES:
letture, musica e immagini in una rielaborazione del movimento futurista italiano in chiave contemporanea.
BolzanoVia Roen, 27, 39100 Bolzano BZ, ItalyITALIA
Bolzano
ENGLISH MOVIE NIGHT

Jeden letzten Dienstag im Monat werden im Cineplexx Bozen Filme in Originalsprache gezeigt! Die nächste English Movie Night findet am 31. Oktober 2017 um 20:30 Uhr mit dem Film 'THOR: RAGNAROK 3D' statt!

Ogni ultimo martedì del mese: film in lingua originale al Cineplexx Bolzano! La prossima English Movie Night è prevista per il 31 ottobre 2017 alle ore 20.30 con THOR: RAGNAROK 3D.

Movie Info:
In Marvel Studios' 'Thor: Ragnarok,' Thor is imprisoned on the other side of the universe without his mighty hammer and finds himself in a race against time to get back to Asgard to stop Ragnarok--the destruction of his homeworld and the end of Asgardian civilization--at the hands of an all-powerful new threat, the ruthless Hela. But first he must survive a deadly gladiatorial contest that pits him against his former ally and fellow Avenger--the Incredible Hulk!
BolzanoCineplexx BolzanoITALIA
Bolzano
01/11/2017 20:45
Cinema
Titolo originale: Merci Patron!
Regia: François Ruffin
Con: Bernard Arnault
Anno: 2016
Uscita: 1 maggio 2017
Durata: 83 minuti
Lingua:
Francese con sottotitoli in italiano
Paese: Francia

Un ironico documentario sul mondo del lavoro che ha battuto i record di incassi in Francia!

TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=icGqKjQhmTU

Le Monde ha scomodato Ernst Lubitsch, Frank Capra e Michael Moore per definire questo film di François Ruffin, giornalista e attivista, direttore di Fakir, bimestrale satirico, che nel 2013 ha messo nel mirino della sua macchina da presa l'uomo più ricco di Francia, Bernard Arnault, ceo di LVMH, megagruppo del lusso, che tiene insieme tra gli altri marchi Fendi, Bulgari, Louis Vuitton, Givenchy, Moët & Chandon e Carrefour.

Il film racconta il vero inseguimento di Arnault, che ha delocalizzato in Bulgaria decine di fabbriche del gruppo, lasciando senza occupazione migliaia di lavoratori.
Il clou arriva quando Ruffin conosce Serge e Jocelyn Klur, una coppia che per oltre 25 anni ha lavorato alle confezioni degli abiti di Kenzo, altro marchio LVMH, che nel 2007 sono stati licenziati in tronco, proprio a causa di una delle delocalizzazioni del gruppo. I tre riescono ad arrivare a casa del milionario e grazie a una telecamera nascosta…
BolzanoVia Roen, 27, 39100 Bolzano BZ, ItalyITALIA
Bolzano
03/11/2017 20:45
Concerti e spettacoli,Cinema
Cineconcerto con i bravissimi SoulTakers guidati dalle sorelle Badalini.


I Soul Takers, band attiva dalla fine degli anni '90, propongono uno stile musicale in cui timbri e armonie provenienti dalla musica classica sono fusi con la potenza del metal. Hanno all'attivo due album: Tides (2005) e Flies ina Jar (2007).
L'attività musicale di Francesca Badalini, che collabora dal 1999 con la Cineteca Italiana componendo ed eseguendo dal vivo musiche per film muti, ha portato il gruppo a cimentarsi in questo campo proponendo una particolare forma di spettacolo, in cui il gruppo esegue dal vivo la “colonna sonora” durante la proiezione del film, un Cineconcerto in cui alla potenza evocativa delle immagini di capolavori del cinema si unisce la forte suggestione creata dalla musica dal vivo.
Nel 2004 i Soul Takers vengono selezionati e premiati nell'ambito del Festival Internazionale del Cinema Muto “Strade del Cinema” di Aosta. Grazie a ciò la performance compare su un cd a distribuzione nazionale e viene replicata a Milano, al teatro Gnomo, nell'ambito della Rassegna “Senza Parole” organizzata dalla MMT. L'attività dei Soul Takers nell'ambito dei film muti prosegue con la musicazione di Nosferatu (Milano, Piacenza, Parma, Paderno Dugnano, Como, Sesto San Giovanni, Busto Arsizio), Fiamme nella Miniera (Tellaro, in collaborazione con il Tellaro Film Festival, Varese, Como, Parma, Milano), de I Nibelunghi (Milano), La Corazzata Potemkin (Milano-Spazio Oberdan, Milano – Museo Interattivo del Cinema, Piacenza, Varese, Parma, Mantova-Teatro del Carbone, Verona, Firenze, Bloom di Mezzago, Paderno Dugnano, Busto Arsizio, Sesto San Giovanni), Il mondo perduto (Milano-Spazio Oberdan), The Cameraman (Sesto San Giovanni).
Dal 2009 la band si dedica esclusivamente ai Cineconcerti.

Il Cineconcerto Il Gabinetto del Dottor Caligari nasce su commissione del Comune di Parma ed è stato eseguito per la prima volta a Parma (Piazzale San Francesco), e successivmanete allo Spazio Oberdan a Milano, al Museo Interattivo del Cinema a Milano, presso il cinema Area Metropolis 2.0 e all'interno del Castello di Venegono Superiore per il Festival “Musica da Paura” organizzato dal Fondo Sclavi.


Francesca Badalini – chitarra elettrica, pianino giocattolo
Federica Badalini – pianoforte, celesta giocattolo
Andrea Grumelli – basso elettrico, synth
Jari Pilati – violino
Davide Martinelli – batteria
BolzanoVia Roen, 27, 39100 Bolzano BZ, ItalyITALIA
Bolzano
08/11/2017 20:45
Cinema
Regia: Ugis Olte e Morten Traavik
Con: Boris Benko, Tomaz Cubej, Milan Fras
Anno: 2016
Uscita: 17/07/2017
Durata: 100 minuti
Lingua:
Inglese, Coreano (sottotitolato Italiano)
Paese: Norvegia, Lettonia

Il gruppo rock Leibach, accusato di neonaziosmo, si esibisce in Corea del Nord

TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=WBuYjttUQn8

I Laibach, la band cult ex jugoslava ora slovena, è il primo gruppo rock ad essersi esibito in Corea del Nord. Mettendo a confronto le strette differenze ideologiche e culturali, la band lotta per passare la censura prima che le proprie canzoni vengano scatenate su un pubblico che non è mai stato esposto al rock alternativo.
Nel frattempo si stanno preparando gli altoparlanti della propaganda al confine tra le due Coree e il countdown per la guerra viene annunciato…
BolzanoVia Roen, 27, 39100 Bolzano BZ, ItalyITALIA
Bolzano
15/11/2017 20:45
Cinema
Titolo originale: La cérémonie
Regia: Lina Mannheimer
Con: Catherine Robbe-Grillet, Beverly Charpentier, Claude Helleu
Anno: 2014
Durata: 78 minuti
Lingua:
Francese (sottotitolato Italiano)
Paese: Francia

Elegantissimo documentario sull'icona erotica francese Catherine Robbe-Grillet, ottuagenaria maestra di cerimonie sadomasochiste

TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=dF3IiZ-njtw

Catherine Robbe-Grillet, una vecchina allʼapparenza tuttʼaltro che conturbante, sembra tranquilla e gentile, ma ha segnato la vita di molti uomini e donne che le hanno giurato fedeltà, sacrificando la propria libertà mentale e fisica per lei. The Ceremony sembra trattare di sesso ma, in realtà, esplora il potere dell'essere umano sull'essere umano, perché Catherine e i suoi adepti sono lo specchio della realtà. Non si arriverà mai a conoscere veramente questa signora o la sua misteriosa dimora, ma lo sguardo curioso ed elegante delle inquadrature ci offre una visione emblematica di questa donna unica.

I 75 minuti dedicati a The Ceremony non si rimpiangono. Si tratta di un documentario intellettualmente impegnato e non di una sorta di manuale descrittivo del bondage. Perché la pellicola, potente e fascinosa, va al di là del materiale ad alto tasso erotico e sostanzialmente si trova ad affrontare temi più comuni come quello dell'amore. Amore che intercorre fra la maîtresse e i suoi adepti.
Sfruttando un virtuosismo narrativo che rispecchia nella sua struttura la stessa ossatura di certe cerimonie sadomaso (un inizio lento e minuzioso che è incipit di un processo drammaturgico costituito da attese e azioni, centellinate nel tempo e nella loro durata, seguito da una determinata rappresentazione erotica all'interno della quale si raggiunge l'apice di una drammatica tensione per permettere alla 'maestra di rituali' di fare la sua entrata in scena), ci viene presentata misteriosamente la figura di Catherine Robbe-Grillet, fulcro di questo documentario, che non lascerà mai del tutto la coscienza dello spettatore.
Si tratta di una vecchina all'apparenza molto soave e distinta ma che turba il pubblico perché è lei la donna a cui tanti hanno fatto giuramento di fedeltà, offrendole la loro libertà e accettando il fatto di essere mentalmente e fisicamente di sua proprietà per il resto della loro vita. Una schiavitù amorosa che si regge in piedi nonostante, per esempio, una delle sue dominate non si senta minimamente attratta dalle donne e, questo, perché il legame fra le due, ma anche con uno qualunque dei suoi sottomessi, è pura idealizzazione di un amore irraggiungibile, pura espressione del bene per lei, pura e genuina folle dipendenza e frutto di un magnetismo che li spinge ad andare e venire ma, sempre verso Catherine, per la quale lotterebbero fino alla perdita di tutte le loro energie.
Buona parte della sceneggiatura prende spunto dagli aspetti più intimi della vita di queste persone. Sono uomini e donne con le quali la documentarista ha speso un sacco di tempo, conoscendo addirittura le loro famiglie e i loro amici. È attraverso la loro voce, i loro volti e i loro discorsi che arriviamo a Catherine. Ma chi è veramente Catherine? Chi sono veramente loro? Perché non la vediamo? Conversazione dopo conversazione, si anticipa la sua immagine, che è quella di una donna abituata a gestire tutto. Lentamente, scopriamo il suo passato, quello di una ragazza che frequentava un collegio di suore (un luogo che lei vedeva come una specie di scuola di fantasie erotiche per i benpensanti), la malattia del padre, l'impossibilità di pagare le tasse scolastiche, le umiliazioni subite dalle religiose per essere povera fra i ricchi, la decisione che quella sensazione non sarebbe mai più stata provata e che quella traumatica ferita che le era rimasta dentro sarebbe guarita attraverso la sperimentazione sessuale e la riorganizzazione della sua esistenza, seguendo un cammino atipico che si è spinto verso nuovi, personali e affascinanti limiti. E poi c'è il matrimonio, la vita coniugale in una relazione aperta, il suo ruolo di musa e moglie, l'entrata all'interno di un élite intellettuale, i lavori di scrittura negli Anni Cinquanta (i suoi libri furono pubblicamente bruciati sul rogo per essere di natura altamente erotica).
Catherine che non ha figli. Catherine che ha scelto di vivere in questo modo e di esporre se stessa con misura. Catherine che un tempo è stata sposata con una persona molto più famosa di lei (è la vedova dello sceneggiatore e regista Alain Robbe-Grillet) e che preferisce l'ombra alla luce. Catherine che ha fatto della sua vita un'opera d'arte all'erotismo e che ha preso sul serio questa scelta, tutte le sue conseguenze e le responsabilità che comporta.
Stupisce la maniera diretta e fiduciosa con cui la Madame, sempre elegante ed eloquente e con voce forte e fiera, espone alla telecamera la sessualità femminile in termini di umiliazione. Un argomento che per lei è facile da affrontare, perché nitida della propria razionalità e perché buona comunicatrice. Turba, invece, la spiegazione della ritualizzazione dei rapporti sessuali nella misura provocatoria e sottile in cui vengono concepiti. Si tratta, come ha scritto qualcuno, dell'«antitesi della pornografia». Ogni scena sessuale voluta da Catherine è una sfumata opera d'arte che si aspira e che incorpora diversi elementi di se stessa e dell'altro, convergendo in qualcosa di favoloso e assolutamente interessante. Si rende così più chiaro il fatto che non è facile essere 'registi del sesso', non è facile togliere emotività e istinto a qualcosa che è prettamente basato su queste due pulsioni, e che gioca con questi meccanismi, con i suoi punti di forza e le sue debolezze.
Dunque, un documentario che parla apparentemente di sesso ma che è un'esplorazione interna del potere dell'essere umano sull'essere umano, perché Catherine e i suoi affaires sono uno specchio della realtà. Una realtà in cui Catherine afferma che «chiunque può decidere chi essere, chiunque può farlo» e che la sicurezza e la padronanza in ogni situazione non è necessariamente una capacità innata ma, una presa di coscienza che scatena l'immagine di come noi vogliamo essere immaginati e percepiti dagli altri e, quindi, la formazione di una nuova identità. Ogni persona intervistata dalla Mannheimer è un tripudio di metafore, aggettivi e sentimenti snocciolati in un climax all'apparenza borghesissimo. Eppure, non si imbarazzano nell'affermare di considerare bello e piacevole ciò che è un'immorale atto di sottomissione totale, rendendo credibile quella passione per un luogo oscuro e inesplorato che è la mente della loro piccola dominatrice.
Piacere femminile e sessualità trovano la loro rivoluzione in scene scioccanti che danno adito al pensiero che questo modo di vivere possa essere umanamente possibile e persino quasi più pudico di reality come il 'Grande Fratello' o della condivisione dei dettagli più scioccanti e intimi della vita di chi cerca 15 minuti di celebrità in un talk show. Il loro modo di esporsi nell'atto sessuale, esula dall'esecuzione. Non si tratta di un 'fare' ma di un vero e proprio spettacolo che deve rimanere intimo e privato, quasi sacro. Lungo tutto il documentario c'è una consapevolezza acuta di ciò che avviene e non avviene, nonché una negoziazione affettiva e complessa ma, sempre palpitante d'amore.
Le inquadrature sono eleganti e il montaggio crea una coreografia distinta che ci permette di fare un passo indietro e di guardare all'affresco come si farebbe di fronte al quadro di un dio amato e temuto che premia solo chi segue la sua dura disciplina e offre punizioni amorevoli a chi la infrange. Lo stile di regia va dalla fiction all'arte audiovisiva al documentario, supportato da una fotografia sublime nelle parti dei cerimoniali e che sfrutta la penombra e la potenza del vinaccia e del nero, due colori che accentuano teatralmente una forma d'arte psicologica e sensuale e rendono splendido lo scenario signorile e parigino, nel quale si può sentire il fruscio dei nastri di seta intorno ai polsi. Con intensità, soddisfazione e piacere per il gioco, The Ceremony è una ritualizzazione e una sacramentizzazione dell'erotismo. Più alto di letture da supermercato come '50 sfumature di grigio' e più vicino invece ai graffianti Sade, Sacher-Masoch e Bataille.
BolzanoVia Roen, 27, 39100 Bolzano BZ, ItalyITALIA
Bolzano
Genießen Sie die schönsten Opern der Welt als LIVE - Übertragung aus der MET! // Il pubblico è invitato a godere delle più belle opere liriche in trasmissione diretta dal MET!

*** Thomas Adés: THE EXTERMINATING ANGEL ***
Mit/con: Audrey Luna, Alice Coote, Christine Rice, Iestyn Davies - Countertenor @ The Exterminating Angel/Thomas Adès in Ne...
Dirigent/Direttore d'orchestra: Thomas Adès
Produktion/Produzione: Tom Cairns

Gesungen in Englisch (mit deutschen Untertiteln)
Cantato in inglese (con sottotitoli in tedesco)

Sichern Sie sich Ihren Platz für ein Opernfest der Extraklasse! // Si assicuri un posto per una festa dell'opera lirica senza precedenti!

Alle Informationen zum Vorverkauf erhalten Sie auf www.cineplexx.bz.it oder an unseren Kinokassen!
Tutte le informazioni sulle modalitá dell'acquisto dei biglietti sono disponibili sulla pagina web www.cineplexx.bz.it!
BolzanoSchlachthofstraße, 53/b, 39100 Bozen, ItalyITALIA
Bolzano
Titolo originale: Tutti a casa - Power to the People?
Regia: Lise Birk Pedersen
Con: Beppe Grillo
Anno: 2016
Uscita: 24 aprile 2017
Durata: 100 minuti
Lingua:
Italiano
Paese: Norvegia, Finlandia, Danimarca, Italia


Uno sguardo “non italiano” e inedito sulle fasi più controverse del Movimento 5 Stelle e sulle difficoltà nell'organizzare forme di democrazia diretta.

TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=tdz_MVSr4KI

È davvero la soluzione per ridare il Potere al Popolo?

Il Movimento 5 Stelle ha promesso di mandare a casa la vecchia classe politica e di restituire il potere al popolo, attraverso una nuova forma di democrazia partecipativa via web.
Il Movimento ha ottenuto uno stupefacente 25% di voti alle ultime elezioni politiche, ma cosa accade quando 163 per- sone comuni entrano in Parlamento e devono trasformare slogan elettorali e idee politiche in azioni parlamentari? Coerenza e politica possono convivere? L'uso degli strumenti web da parte di Beppe Grillo sono una vera restituzione della democrazia al popolo, oppure sono l'espressione di un carattere dittatoriale?

La regista di Tutti a casa ha avuto accesso esclusivo ai dietro le quinte dei più importanti momenti-chiave della storia del Movimento, mettendo soprattutto in luce le contraddizioni e le ombre dietro alle epu- razioni e alle fratture consumate all'interno del Parlamento.

Ma il documentario mostra anche la trasformazione degli equilibri tra potere e comunità civile, analizzando i semi di quel Populismo che rischia di dilagare tra le democrazie occidentali.
BolzanoVia Roen, 27, 39100 Bolzano BZ, ItalyITALIA
Bolzano
Titolo originale: We Are Legion
Regia: Brian Knappenberger
Anno: 2012
Durata: 93 minuti
Lingua:
Inglese (sottotitolato Italiano)
Paese: Usa, Gran Bretagna
Sito ufficiale:

Anonymous, il documentario di Brian Knappenbergeri ripercorre la storia degli Hacktivisti, movimento che fa della libertà di espressione il proprio marchio di fabbrica.

TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=gn9-80ObGA8

Anonymous, il documentario di Brian Knappenbergeri ripercorre la storia degli Hacktivisti, movimento che fa della libertà di espressione il proprio marchio di fabbrica. Il gruppo, nato dai membri dell'irriverente community online di 4chan, si afferma presto e inaspettatamente come movimento politico internazionale con aderenti in tutto il mondo. Una folla di migliaia di volti celati dalle maschere di Guy Fawkes, protagonista del film V per Vendetta, si unisce alla prima grande contestazione degli Hacktivisti nel mondo reale, quella contro Scientology. Seguono le proteste e i boicottaggi contro la censura di Internet in Australia e il supporto alle rivolte della primavera araba e al sito di Wikileaks. Tutti devono poter accedere a Internet, tutti devono poter comunicare liberamente. L'esercito di Internet non ha paura di sfidare i grandi poteri, perché ha dalla sua la tecnologia rivoluzionaria della Rete. Forma di contestazione virtuale si scontra però con la realtà delle prime ripercussioni giudiziarie. Sarà questo a fermare gli Hacktivisti? La verità vuole essere liberata e vogliono essere loro a farlo.
BolzanoVia Roen, 27, 39100 Bolzano BZ, ItalyITALIA
Bolzano
La signorina e il teppista (Baryshnya i khuligan ) Sonorizzazione a cura di AV-K
[Baryshnya i khuligan, Russia 1918, Drammatico, durata 35', b/n]
Regia di Yevgeni Slavinsky, Vladimir Mayakovsky

Trailer:
http://vimeo.com/61201355

Il poeta Majakovskij scrive e interpreta la storia di un teppista, innamorato della maestra di una classe collettiva di paese nella Russia pre-rivoluzionaria.
Tratto dal racconto di De Amicis 'La maestrina degli operai'.



BIO (ENG):
Anacleto Vitolo A.K.A. AV_K/Kletus Kaseday/K.lone/Framedada, born August 2, 1985 in Battipaglia (SA), Italy. He began his musical career in 1998 as an Hip Hop DJ. Shortly after he became interested in music production, from the classical hip hop beat to the current mix of elements such as Industrial, Trip Hop, Glitch, Ambient, Noise, Experimental Electronic, Minimal and some New Wave influences. 2008 winner of 'M.E.I. tech 2008' (Indipendent Labels Meeting – elettronic music section) In 2010 took part in 'FLUSSI 2010' festival sharing the same stage with some of the most important musicians of the contemporary electronic scene as Murcof, Thomas Fehlmann, Vladislav Delay, Retina.it, Emanuele Errante, Mokira, Mount Kimbie etc. Releases and collaborations: Since year 2013 he's a FatCat rec. Publishing Artist.

(ITA)
Anacleto Vitolo (Salerno, classe '85), attivo con vari moniker e collettivi quali AV-K, K.Lone, Kletus Kaseday, Framedada e Algebra del Bisogno inizia il suo percorso musicale nel 1998 come dj Hip Hop. Poco dopo comincia ad interessarsi alla produzione musicale. Nel 2008 partecipa alle selezioni per il Meitech 2008 (Meeting delle etichette indipendenti - sez musica elettronica) attestandosi come l'unico vincitore del Sud Italia . Nel 2010 partecipa al festival FLUSSI 2010 calcando lo stesso palco che vede coinvolti maestri dell'elettronica contemporanea quali Murcof, Thomas Fehlmann, Mokira, Mount Kimbie, etc. Opening act per diversi artisti della scena italiana e internazionale come Murcof, Thomas Fehlmann, Vladislav Delay, Retina.it, Emanuele Errante, Mokira, Mount Kimbie etc.
Nel 2013 firma un contratto di pubblicazioni per 12 brani con l'inglese FatCat rec.
All'attivo diverse collaborazioni e release, tra cui sonorizzazione di film muti e colonne sonore per spot pubblcitari:
⁃ 'Kletus Kaseday' (demo 2008)
⁃ 'Un'ostinato risalire o dell'estremo tra poesia ed elettronica' - (poetry, industrial, electronic) - FRAMEDADA (2011 - RXSTNZ REC/Ninja lab.)
⁃ “X” as Kletus Kaseday (Industrial, experimental, post-core, dubstep) – (2011 RXSTNZ REC.)
⁃ 'Enchantment' - K.lone - (Ambient, glitch,electronic) – (2012 - Marte rec.)
⁃ 'Internos' - A.rota.b & Kletus K. - (avantgarde rap, experimental, hip hop) (2012 - AV-K prod.)
⁃ 'Pantin' - Amè Pantin (drums & live electronics - Oaf rec & AV-K prod. 2013) (Noise / industrial / Folk)
⁃ 'A centripetal fugue' - AV-K (Laverna -31/01/14) (Ambient / drone)
⁃ 'Algebra del Bisogno' - Algebra del Bisogno (AV-K prod. 2014) (poetry/ambient/classical/avantgarde)
Soundtracks:
⁃ 'The Lodger: A story of the London fog' (A. Hitchcock -1927), 'MUTE | The sound of silent movies' (2012)
⁃ Licio Esposito's 'Amniotico 2.0' (Cactus film prod. - 2112)
⁃ Baryshnya i khuligan, (Yevgeni Slavinsky, Vladimir Mayakovsky - Mutes strikes again , 2013)
⁃ 'Reset' (Enchantment) - Soundtrack / Toywatch web spot
⁃ 'Fate in motion : short film released for the Earthquake contest (concept Vitolo/Lanzetta - soundtrack) (2011)
⁃ 'Ciò in cui credo' by Luca Lanzetta, short film winner of the University of Salerno contest about: 'Researchers' Night' (soundtrack). (2010)
⁃ Live sounds for the Vernissage of Pietro Lista's 'Nero di Marte' (2012)
⁃ 'The story of gardens' Soundtrack in collaboration whit Francesco Galano (When the clouds) (short film/videomapping by Gianluca Abbate - Videosoundart festival Milan - 2012)
info & contacts:
info.avkprod@gmail.com
Website: http://av-kprod.com/
FatCat Artist Page: http://www.fat-cat.co.uk/publishing/artist/av-k Soundcloud: https://soundcloud.com/av-k-prod
Facebook: https://www.facebook.com/anacleto.avkprod.vitolo Twitter: https://twitter.com/AVKprod
Vimeo: https://vimeo.com/avkprod
Recensioni:
AV-K - 'A centripetal fugue' (Laverna 2014)
'...un minimalismo dell'animo che richiama alla mente Fabio Orsi, Murcof e Rafael Toral..si fa suono lo scenario pre-disastro così ben affrescato da Von Trier nel suo Melancholia'
(Antonio Ciarletta / BlowUp)
'Prosegue sempre più irrefrenabile l'ascesa del talentuoso Anacleto Vitolo. Dopo l'esperienza sci-fi di Kletus Kaseday e le ottime geometrie oblique a nome K.Lone, il producer campano ha deciso di rendere suo pseudonimo il nome che già lo rappresentava a livello produttivo ( AV-K prod )ed è arrivato a siglare un contratto con un pilastro come la FatCat Records, regalando nel frattempo alla Netlabel Laverna.net questo piccolo gioiello ambientale. A centripetal fugue dilata tempi e spazi per imbarcarsi in viaggi interstellari (S-FLM, Amniotico), dar luogo a visioni rallentate (Title track, Freefall in slow motion) ed esplorare pulsazioni e sfumature embrionali (290513, Anxiety). Una fuga dalla realtà MAGISTRALE.'
(Matteo Meda - Rockerilla)
' Anacleto VItolo, non pago d'aver esplorato la scienza della della HH in formato cibernetico ( Internos ) nonchè il cinema, i reading o la letteratura, è recentemente approdato anche su FatCat Records. Qui dedicandosi ad ambient-electronics e droni, senza colpo ferire regala un dischetto magniloquente, imperfetto, piacevolissimo, tutto da crescere con ascolti successivi, ma pulsante di vita psichedelica.'
(Daniele Ferriero - Rumore Mag.)
...Lʼelettronica ambient di AV-K opera il prodigio di convertire la freddezza inanimata del suono artificiale in folata emozionale. La propagazione, la cinetica, gli attriti diventano balenii, scintille sensoriali, percezione, intuizione, indagine oltre lʼimmagine. Una bellezza glaciale ed altera che apre allo stimolo dellʼignoto, del fuggevole, dellʼinsondabile...Le vibrazioni, le reiterazioni mantriche e ipnotiche, il crescendo giocato sullʼintensità e la pregnanza, sulla consistenza stessa del suono ridotto quasi ad elemento materico e plasmabile...Tutto diventa funzionale ad una descrizione personale estemporanea e fantasiosa. Lʼinesprimibile che si apre ad orizzonti comunicativi nuovi, la ricerca sofferta e inquieta che si affaccia alla luce. Voto: 7/10
(Romina Baldoni - Distorsioni.net)
Esce per Laverna NetLabel “A Centripetal Fugue” di AV-K, Anacleto Vitolo, giovane sperimentatore sonoro con parecchio gusto ed esperienza, che sa modulare e trattenere la suspense meditativa prima che diventi paranoia o semplicemente noia. Il suono è orgogliosamente ambient, e rimanda a suggestioni religiose e organiche, tra Klause Shulze e Cliff Martinez. Una delle tracce sʼintitola “Amniotico”, proprio come il valore dei suoni, giostrati secondo frequenze, ampiezze, timbri, durate e feedback... Ed ecco che la fuga centripeta del compositore supera il concetto stesso di “fuga” riprendendo i concetti messi in atto da Satie e Cage...
(Federica Cacciari - Music Addiction)
BolzanoVia Roen, 9, 39100 Bolzano BZ, ItalyITALIA
Bolzano
SPECIAL ENGLISH MOVIE NIGHT

Movie Info:
Rey continues her epic journey with Finn, Poe, and Luke Skywalker in the next chapter of the saga.
BolzanoVia del Macello 53/b, 39100 Bozen, ItalyITALIA
Bolzano
Storie di erbe fluttuanti
Un film di Yasujirô Ozu. Con Takeshi Sakamoto, Iida Chöko, Mitsui Hideo, Yagumo Rieko, Tsubouchi Yoshiko Titolo originale Ukigusa Monogatari. Commedia, durata 96 min. - Giappone 1934.
BolzanoVia Roen, 27, 39100 Bolzano BZ, ItalyITALIA
Bolzano
12/01/2018 20:45
Cinema
Rassegna Natura perversa (Videodrome doc)
Proiezioni in alta definizione e audio surround !!

'Cos'è questa guerra stipata nel cuore della natura? perché la natura lotta contro se stessa? perché la terra combatte contro il mare? c'è forza vendicativa nella natura. ' cit.

Nella moltitudine di produzione di tipo documentaristico, poche sono quelle che indagano in maniera approfondita sul particolare legame anche psicologico che lega l' uomo agli animali. La nostra scelta, anche questa volta è radicale.
Si inizia quindi con l'incredibile discesa nella follia di un uomo che dichiara guerra alla società per 'entrare' nel mondo degli orsi grizzly.
Dalla contemplazione della natura al totale abbacinamento della ragione. Il potente Ursus arctos horribilis, come le sirene di Ulisse sarà per lo sventurato protagonista il capolinea di una esistenza al limite.
Dagli stati uniti invece l'incredibile storia dell'orca Tilikum, che in trent'anni di onorato servizio come 'giocattolino' nel parco aquatico Seaworld scatena la sua vendetta personale.
Nonostante gli oscuri presagi, la direzione del parco chiuderà gli occhi e il delfinide mieterà silenziosamente diverse vittime. Una critica feroce e animalista al sistema di business che sfrutta gli animali nei parchi acquatici e, allo stesso tempo, (almeno per noi) un omaggio all'ultraviolenza rivoluzionaria dei cetacei odontoceti.
Dulcis in fundo la cronistoria della scimmietta Nim Chimsky, vero e proprio esperimento vivente sul linguaggio dei segni. Una equipe di giovani biologi e naturalisti figli dei fiori negli anni '60 cresce una scimmia come fosse un loro pargolo.
La scoperta dell'umano troppo umano senza limiti, fino all'estreme conseguenze.
La scimmia una volta adulta non farà altro che esprimere i propri comportamenti edonistici e più bestiali.
Vedere Nim, da tenera scimmietta a bestia di 70kg farsi le canne d'erba, imbrogliare e poi maltrattare i propri compagni umani non ha prezzo.



VIDEODROME, via Roen 6
ogni ultimo venerdì del mese. inizio h 20.45
ingresso € 5 riservato ai soli soci (tessera sociale 2016-17 € 5)

ven 27 gennaio h 20.45 - Grizlly man, Un film di Werner Herzog. Documentario, durata 103 min. - USA 2005.

https://www.facebook.com/events/1775299766074969/


ven 24 febbraio h 20.45 Blackfish, Un film di Gabriela Cowperthwaite. Documentario, durata 90 min. - USA 2013.

https://www.facebook.com/events/1585971105045791/


ven 31 marzo h 20.45 Project Nim, Un film di James Marsh. Con Herbert Terrace, Stephanie LaFarge, Jenny Lee, Laura-Ann Petitto, Joyce Butler.

https://www.facebook.com/events/1740964226165712/
BolzanoVia Roen, 27, 39100 Bolzano BZ, ItalyITALIA
Bolzano
27/01/2018 19:00
Cinema
Genießen Sie die schönsten Opern der Welt als LIVE - Übertragung aus der MET! // Il pubblico è invitato a godere delle più belle opere liriche in trasmissione diretta dal MET!

*** Giacomo Puccini: TOSCA ***
Mit/con: SONYA YONCHEVA Vittorio Grigolo Sir Bryn Terfel
Dirigent/Direttore d'orchestra: James Levine
Produktion/Produzione: Sir David McVicar

Gesungen in Italienisch (mit deutschen Untertiteln)
Cantato in italiano (con sottotitoli in tedesco)

Sichern Sie sich Ihren Platz für ein Opernfest der Extraklasse! // Si assicuri un posto per una festa dell'opera lirica senza precedenti!

Alle Informationen zum Vorverkauf erhalten Sie auf www.cineplexx.bz.it oder an unseren Kinokassen!
Tutte le informazioni sulle modalitá dell'acquisto dei biglietti sono disponibili sulla pagina web www.cineplexx.bz.it!

Powered by Hypo Vorarlberg Leasing
BolzanoSchlachthofstraße, 53/b, 39100 Bozen, ItalyITALIA
Bolzano
07/02/2018 20:45
Cinema
Human
Un film di Yann Arthus-Bertrand. Titolo originale Human. Documentario, Ratings: Kids+13, durata 191 min. - Francia 2015.
Una straordinaria capacità di sintesi che ne fa un'opera straordinaria che merita una straordinaria attenzione
Giancarlo Zappoli * * * * -

TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=azvI3PUGizs
RASSEGNA: https://www.facebook.com/events/1773743569560944/

Nel corso di due anni il regista Yann Arthus-Bertrand insieme alla sua troupe ha realizzato 2.020 interviste in 60 Paesi dando voce a chi spesso non ne ha. Ha poi alternato le stesse in montaggio utilizzando immagini aeree del Pianeta in cui Umanità e Natura si fondono in immagini di forte impatto. Le domande che gli intervistatori (che non compaiono mai e di cui non si sente la voce) ponevano erano di questo tenore: Si sente libero? Qual è il significato della vita? Qual è stata la prova più difficile che ha dovuto affrontare e che cosa ha imparato da essa? Qual è il suo messaggio per gli abitanti del pianeta?
Non è facile dare voce, senza cadere nella retorica più abusata, ai sentimenti più intimi di persone che si sanno inquadrate in primo piano e, soprattutto, non è facile trarne un'opera imponente che attiri l'attenzione di spettatori che di giorno in giorno sembrano essere sempre più desiderosi di messaggi brevi che vadano diretti al bersaglio.
La scommessa di Arthus-Bertrand poteva sembrare sulla carta improba e invece è proprio la straordinaria capacità di sintesi che ne fa un'opera straordinaria che merita una straordinaria attenzione. Povertà, guerra, violenza privata, omofobia e innumerevoli altre condizioni umane vengono affrontate da coloro che accettano di mettere in comune il proprio pensiero e le proprie culture con interventi brevi ma tutti efficaci. A partire dal primo in cui il soggetto intervistato spiega come da un delitto efferato possa nascere una nuova consapevolezza sul significato dell'amore.
Le interviste sono suddivise in blocchi a cui fanno da separazione immagini di spazi in cui talvolta gli esseri umani sembrano perdersi e talaltra in cui se ne percepisce la fatica o la gioia collettive. Il pregio più evidente dell'operazione (che si è strutturata in molteplici possibilità di proposta anche dal punto di vista della durata in modo da ottenere la più vasta diffusione possibile offrendone copie gratuite per la proiezione) è quello di riuscire a ricordarci che gli esseri umani possono essere molto di più che 'individui'. Basta considerarli come persone. È quanto Arthus-Bertrand sa fare. Come ci ricorda: 'Sono un uomo fra sette miliardi di altri uomini. Negli ultimi 40 anni ho fotografato il nostro pianeta e la diversità umana, e ho l'impressione che l'umanità non stia facendo alcun progresso. Non sempre riusciamo a vivere insieme. Perché? Non ho cercato una risposta nelle statistiche o nelle analisi, ma nell'uomo stesso. Nei visi, negli sguardi e nelle parole trovo un potente mezzo per arrivare alle profondità dell'animo umano. Ad ogni incontro, ci si avvicina di un passo. Ogni storia è unica. Nell'esplorare le esperienze dell'Altro, ero in cerca di comprensione'.
Dinanzi alla domanda su che senso abbia la vita uno degli intervistati inizialmente si ritrae e poi trova una sintesi perfetta: 'Far sì che il messaggio che ognuno di noi bambino porta in sé arrivi all'adulto che diverrà senza disperdersi'. È solo una delle innumerevoli occasioni di riflessione che il film offre.
BolzanoVia Roen, 27, 39100 Bolzano BZ, ItalyITALIA
Bolzano
Genießen Sie die schönsten Opern der Welt als LIVE - Übertragung aus der MET! // Il pubblico è invitato a godere delle più belle opere liriche in trasmissione diretta dal MET!

*** Gaetano Donizetti: L'ELISIR D'AMORE ***
Mit/con: Pretty Yende Matthew Polenzani Ildebrando d'arcangelo
Dirigent/Direttore d'orchestra: Dominigo Hindoyan
Produktion/Produzione: Bartlett Sher

Gesungen in Italienisch (mit deutschen Untertiteln)
Cantato in italiano (con sottotitoli in tedesco)

Sichern Sie sich Ihren Platz für ein Opernfest der Extraklasse! // Si assicuri un posto per una festa dell'opera lirica senza precedenti!

Alle Informationen zum Vorverkauf erhalten Sie auf www.cineplexx.bz.it oder an unseren Kinokassen!
Tutte le informazioni sulle modalitá dell'acquisto dei biglietti sono disponibili sulla pagina web www.cineplexx.bz.it!

Powered by EOS
BolzanoSchlachthofstraße, 53/b, 39100 Bozen, ItalyITALIA
Bolzano
21/02/2018 20:45
Cinema
Un film di Werner Herzog. Documentario, durata 103 min. - USA 2005.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=WsWyErUD3C0


'Una natura stupida, oscena e sbagliata'. Questa è la conclusione cui si arriva di fronte alla toccante riflessione per immagini del regista tedesco, lacerante docu-dramma che ripercorre le tredici estati (dal 1990 al 2003) trascorse in Alaska dall'americano Timothy Treadwell, attivista/ecologista animato dall'ossessione di proteggere dai bracconieri una comunità di orsi grizzly.
Alternando estratti da quel 'film di estasi umana e di cupo tumulto interiore' (come l'ha definito il regista) realizzato da Treadwell stesso, suggestive riprese naturalistiche e interviste realizzate a parenti e amici di Tim dallo stesso Herzog, la pellicola va a costruire una drammatica parabola esistenziale sull'utopico sogno dell'Uomo di poter dominare, seppur benevolmente, una Natura atavicamente spietata e violenta .
Riecheggiando quella di tanti travagliati eroi solitari del cinema di Herzog, la storia di Tim si conclude infatti tragicamente con il brutale attacco da parte di un grizzly all'uomo e alla fidanzata Amie Huguenard, quell'estate al suo fianco. Attacco registrato dal microfono della videocamera di Tim, testimone esclusivamente sonora di una tragedia annunciata. E dolorosamente ripercorsa nel film da Herzog che, mettendosi in campo in prima persona, in maniera toccante e discreta fa sua - ma fortunatamente non nostra - questa straziante e privata tragedia sonora.
Il regista tedesco ribadisce così la sua pessimistica visione del mondo della natura, restituendoci allo stesso tempo tutta l'innocenza e la spontaneità di uno spirito umano ingenuo e vitale. Ultimo amico della natura, oltre ogni limite.
BolzanoVia Roen, 9, 39100 Bolzano BZ, ItalyITALIA
Bolzano
21/02/2018 20:45
Cinema
Un film di James Marsh. Con Herbert Terrace, Stephanie LaFarge, Jenny Lee, Laura-Ann Petitto, Joyce Butler.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=8kegJ5ucpgs

Agli inizi degli Anni Settanta lo scienziato comportamentista Herbert Terrace della Columbia University, stabilito che il 98,7% del DNA degli esseri umani e degli scimpanzé coincide decide di cercare di provare che sia possibile insegnare loro un linguaggio (quello dei segni) in netto contrasto con la teoria di Noam Chomsky il quale sostiene che solo gli uomini siano in grado di utilizzare un codice linguistico. Per fare ciò avvia quello che chiama il 'Project Nim' dal nome dato al piccolo scimpanzé che, sottratto in cattività alla madre, viene assegnato a una famiglia che però risulta essere impreparata ad accoglierlo. Nim viene quindi trasferito in una casa di campagna fuori New York dove si prosegue con l'esperimento che però non darà i risultati sperati.
James Marsh (vincitore dell'Oscar con il documentario Man on Wire) ottiene con questa docu-fiction (alcune situazioni sono messe in scena ad hoc con attori ma le interviste e moltissime riprese sono originali) un duplice risultato. Da un lato ricostruisce un clima (quello della stagione hippy e delle innumerevoli nuove teorie su tutto lo scibile umano) e propone ad animalisti e non il percorso di un primate che diventa cavia di un esperimento che finisce con il procurargli altrettanto dolore (anche se non fisico) di quelli messi in atto per testare alcuni farmaci. Dall'altro (con uno sguardo che fonde emotività e razionalità) ci mette di fronte ad interrogativi ancora più complessi. Perché in definitiva Marsh è più interessato al comportamento degli esseri umani che hanno avuto contatto con lo scimpanzé che non a quello di Nim. Scava nei volti e nei gesti per fare riemergere, a distanza di decenni, gli echi di un'esperienza che ha finito con il provocare in loro un profondo disagio. Perché hanno fatto sì che l'animale provasse per loro dei sentimenti 'umani' per poi farselo sottrarre in nome della scienza destinandolo in definitiva a una cattività lontano dalle loro cure. E' a questi uomini e donne ormai non più giovani (e ripresi tutti nella stessa location) che Marsh fa dire quanto la 'leggerezza' di un'utopica ricerca sia stata fatta pagare a un essere che con il suo sguardo e le improvvise rabbie comunica con le nostre coscienze molto più che con un impossibile linguaggio dei segni.
BolzanoVia Roen, 27, 39100 Bolzano BZ, ItalyITALIA
Bolzano
Genießen Sie die schönsten Opern der Welt als LIVE - Übertragung aus der MET! // Il pubblico è invitato a godere delle più belle opere liriche in trasmissione diretta dal MET!

*** Giacomo Puccini: LA BOHÉME ***
Mit/con: SONYA YONCHEVA Michael Fabiano, Susanna Phillips, Soprano
Dirigent/Direttore d'orchestra: Marco Armiliato
Produktion/Produzione: Zeffirelli Franco

Exklusive Einführung um 18 Uhr mit Prof. Fornari Giacomo /
Introduzione esclusiva alle ore 18 presso Prof. Fornari Giacomo!

Gesungen in Italienisch (mit deutschen Untertiteln)
Cantato in italiano (con sottotitoli in tedesco)

Sichern Sie sich Ihren Platz für ein Opernfest der Extraklasse! // Si assicuri un posto per una festa dell'opera lirica senza precedenti!

Alle Informationen zum Vorverkauf erhalten Sie auf www.cineplexx.bz.it oder an unseren Kinokassen!
Tutte le informazioni sulle modalitá dell'acquisto dei biglietti sono disponibili sulla pagina web www.cineplexx.bz.it!
BolzanoSchlachthofstraße, 53/b, 39100 Bozen, ItalyITALIA
Bolzano
Genießen Sie die schönsten Opern der Welt als LIVE - Übertragung aus der MET! // Il pubblico è invitato a godere delle più belle opere liriche in trasmissione diretta dal MET!

*** Gioachino Rossino: SEMIRAMIDE ***
Mit/con: Angela Meade Javier Camarena Elizabeth DeShong
Dirigent/Direttore d'orchestra: Maurizio Benini
Produktion/Produzione: John Copley

Gesungen in Italienisch (mit deutschen Untertiteln)
Cantato in italiano (con sottotitoli in tedesco)

Sichern Sie sich Ihren Platz für ein Opernfest der Extraklasse! // Si assicuri un posto per una festa dell'opera lirica senza precedenti!

Alle Informationen zum Vorverkauf erhalten Sie auf www.cineplexx.bz.it oder an unseren Kinokassen!
Tutte le informazioni sulle modalitá dell'acquisto dei biglietti sono disponibili sulla pagina web www.cineplexx.bz.it!


Powered by: Zelger Hörexperten - esperti dell'udito
BolzanoSchlachthofstraße, 53/b, 39100 Bozen, ItalyITALIA
Bolzano
Genießen Sie die schönsten Opern der Welt als LIVE - Übertragung aus der MET! // Il pubblico è invitato a godere delle più belle opere liriche in trasmissione diretta dal MET!

*** Wolfgang A. Mozart: COSÍ FAN TUTTE ***
Mit/con: Kell iO'Hara, Christopher Maltman Amanda Majeski
Dirigent/Direttore d'orchestra: David Robertson
Produktion/Produzione: Phelim McDermott

Exklusive Einführung durch Prof. Fornari Giacomo um 18:30;
Introduzione esclusiva presso Prof. Fornari Giacomo alle ore 18:30.

Gesungen in Italienisch (mit deutschen Untertiteln)
Cantato in italiano (con sottotitoli in tedesco)

Sichern Sie sich Ihren Platz für ein Opernfest der Extraklasse! // Si assicuri un posto per una festa dell'opera lirica senza precedenti!

Alle Informationen zum Vorverkauf erhalten Sie auf www.cineplexx.bz.it oder an unseren Kinokassen!
Tutte le informazioni sulle modalitá dell'acquisto dei biglietti sono disponibili sulla pagina web www.cineplexx.bz.it!
BolzanoSchlachthofstraße, 53/b, 39100 Bozen, ItalyITALIA
Bolzano
Genießen Sie die schönsten Opern der Welt als LIVE - Übertragung aus der MET! // Il pubblico è invitato a godere delle più belle opere liriche in trasmissione diretta dal MET!

*** Giuseppe Verdi: LUISA MILLER ***
Mit/con: SONYA YONCHEVA, Piotr Beczała, Placido Domingo
Dirigent/Direttore d'orchestra: James Levine
Produktion/Produzione: Elijah Moshinsky

Gesungen in Italienisch (mit deutschen Untertiteln)
Cantato in italiano (con sottotitoli in tedesco)

Sichern Sie sich Ihren Platz für ein Opernfest der Extraklasse! // Si assicuri un posto per una festa dell'opera lirica senza precedenti!

Alle Informationen zum Vorverkauf erhalten Sie auf www.cineplexx.bz.it oder an unseren Kinokassen!
Tutte le informazioni sulle modalitá dell'acquisto dei biglietti sono disponibili sulla pagina web www.cineplexx.bz.it!

Powered by Gramm AG - SpA
BolzanoSchlachthofstraße, 53/b, 39100 Bozen, ItalyITALIA
Bolzano
Genießen Sie die schönsten Opern der Welt als LIVE - Übertragung aus der MET! // Il pubblico è invitato a godere delle più belle opere liriche in trasmissione diretta dal MET!

*** Jules Massenet: CENDRILLON ***
Mit/con: Joyce DiDonato Alice Coote Stephanie Blythe
Dirigent/Direttore d'orchestra: Bertrand de Billy
Produktion/Produzione: Laurent Pelly

Gesungen in Französisch (mit deutschen Untertiteln)
Cantato in francese (con sottotitoli in tedesco)

Sichern Sie sich Ihren Platz für ein Opernfest der Extraklasse! // Si assicuri un posto per una festa dell'opera lirica senza precedenti!

Alle Informationen zum Vorverkauf erhalten Sie auf www.cineplexx.bz.it oder an unseren Kinokassen!
Tutte le informazioni sulle modalitá dell'acquisto dei biglietti sono disponibili sulla pagina web www.cineplexx.bz.it!
BolzanoSchlachthofstraße, 53/b, 39100 Bozen, ItalyITALIA
Potrebbe piacerti anche...GirovagandoInTrentino.it
Girovagando in Trentino è il sito web e trasmissione televisiva che parla del Trentino, consigli su cosa vedere, dove andare, cosa fare, dove e cosa mangiare in Trentino.

Potrebbe piacerti anche...

GirovagandoInTrentino.it
GirovagandoInTrentino.it

Girovagando in Trentino è il sito che parla del Trentino, consigli su cosa vedere, dove andare, cosa fare, dove e cosa mangiare in Trentino.